Get a site

 bicchieri

di Rosita Buriola

Durante la quarantena ho avuto tempo per riflettere su alcuni avvenimenti successi nel passato così
in un bel giorno di Maggio ho elaborato e scritto questa riflessione:
“Una vita fatta di cose semplici rende felici”.
Questa frase l’ho sentita dire molte volte ma l’ho sempre etichettata come “frase fatta”, o meglio
questo è quello che ho sempre pensato, non gli ho mai dato molta importanza ma forse merita un
analisi più dettagliata. Dopo averla riletta più volte credo che invece nasconda una grande verità che
ho sempre sottovalutato. Escludo l’ipotesi che il successo professionale non soddisfi, in realtà credo
che la pienezza emotiva dipenda da fattori soggettivi, da ciò che realmente ci “riempie”
emotivamente. Questo pensiero mi ha portato a una domanda: “Ho davvero bisogno di arrivare al
successo professionale per essere felice?e una volta arrivata sarò veramente realizzata?
La risposta a tutte queste domante me l’ha suggerita il tempo. Ciò che mi ha sempre resa felice in
questi anni sono state: azioni, sensazioni, persone, una cena con gli amici, un pranzo con la
famiglia. Quindi si, una vita semplice fatta di semplici emozioni, a me, riempie benissimo.
La vita comunque credo debba essere ricca di obbiettivi stimolanti che siano in linea con il nostro
modo di essere e con ciò che desideriamo faccia parte della nostra storia. Nessuno dovrebbe pensare
che la propria vita è un fallimento solo perché non si ha raggiunto obbiettivi che la gente
comunemente si impone, ognuno di noi è diverso e ognuno di noi ha esigenze e soprattutto
emozioni distinte che riempiono contenitori di differenti forme e dimensioni, perché in fin dei conti
la vita è come un bicchiere che va riempito di ciò che desideriamo, questo dovrebbe essere il nostro
obbiettivo: capire ciò che realmente ci rende sereni e riempire il nostro bicchiere con queste
emozioni. La mia vita è sicuramente un bicchiere da shot pieno fino all’orlo di succo di mirtilli. Mi
piace il gusto dolce e allo stesso tempo amaro dei mirtilli, e poi dopo averlo bevuto hai tutta la
lingua viola e questo da solo punti a favore. Al mondo ci sono bicchieri di svariate dimensioni e
colori ma se sono colmi si riesce a fare un bel brindisi alla vita, tutto dipende se si ha voglia di una
pinta di birra o di un chupito. Nel mio shottino c’è solo succo di mirtilli ma almeno è pieno di ciò
che voglio, non vedo l’ora di bermelo tutto d’un fiato! Forse con il passare del tempo mi renderà
felice qualcos’ altro e di conseguenza cambierò contenitore ma per adesso sono fiera del mio stipato
shottino ai mirtilli.

CONDIVIDICI SU